skip to Main Content

Oltre 500 anni di storia e 14 generazioni di vignaioli sono un traguardo che poche aziende italiane possono permettersi. Come la Cantina Mossi di Ziano Piacentino, le cui radici affondano nel lontano 1558, anno del primo Estimo Rurale Farnese sul suolo comunale.

L’ultimo erede della famiglia a condurre l’azienda è stato Luigi Mossi, imprenditore lungimirante che ha avuto un ruolo chiave nella fondazione del Consorzio Tutela Vini DOC Colli Piacentini ed è considerato l’“inventore” dell’Ortrugo in purezza.

Dal 2014 Luigi Mossi ha passato il testimone della Cantina ad una giovane coppia composta da Marco Profumo e Silvia Mandini. Obiettivo dei coniugi è quello di attualizzare l’immagine del marchio, personalizzandolo e rafforzandolo, senza snaturarne il passato.

Nel segno della continuità con la proprietà precedente, Marco e Silvia hanno intenzione di portare avanti tre grandi missioni che furono già di Luigi Mossi.

La prima è la valorizzazione e la promozione dell’Ortrugo, ancora poco conosciuto al di fuori del territorio, ma con un grande potenziale a livello nazionale e all’estero grazie alla sua freschezza e piacevolezza di beva. Oggi l’Ortrugo Mossi è prodotto in purezza in tre diverse versioni: il vino fermo Baciamano, il frizzante da tutto pasto e la bollicina da Metodo Charmat Contro Tempo, Spumante Brut.

La seconda grande sfida è quella legata alla Malvasia Rosa, selezionata in collaborazione con il Professor Mario Fregoni. Si tratta di una Malvasia unica nel suo genere, una mutazione naturale della Malvasia di Candia aromatica riconosciuta come vitigno autorizzato per la provincia di Piacenza. La Cantina Mossi ha inaugurato uno dei primi vigneti sperimentali e oggi è una delle tre aziende che produce Malvasia Rosa a livello mondiale.

Il terzo mandato lasciato in eredità da Luigi Mossi si chiama Ervi ed è l’altra grande sperimentazione realizzata con il Professor Fregoni. Si tratta di un incrocio tra Barbera e Croatina (comunemente conosciuta come Bonarda), pensato per produrre una sorta di “Gutturnio in pianta”. Il risultato è una varietà con l’acidità e la produttività della Barbera e la ricchezza di tannino, alcol e colore della Croatina.

Tra i vini su cui i giovani coniugi stanno investendo c’è anche il Gutturnio, il rosso simbolo di Piacenza, a base di Barbera e Croatina. In gamma troviamo il Fox Trot, un Gutturnio DOC frizzante che colpisce per i suoi profumi di frutta a bacca rossa, corposo e piacevolmente morbido al gusto.

Oggi, la Cantina Mossi produce circa mezzo milione di bottiglie, di cui 400 mila destinate alla Grande Distribuzione Organizzata e 100 mila alla ristorazione (Italia ed estero). I vigneti coltivati direttamente sono suddivisi in tre corpi distinti, per un totale di circa 70 ettari.

Visitando l’azienda Mossi si possono apprezzare anche numerosi prodotti gastronomici d’eccellenza, tutti selezionati o prodotti dall’azienda stessa.

Gli uffici e lo shop aziendale sono aperti dal lunedì al venerdì (dalle 9 alle 12 e dalle 13,30 alle 18) e il sabato mattina (dalle 9 alle 12,30). La visita guidata è su prenotazione, anche il sabato pomeriggio e la domenica.

Valori dell’azienda

RADICI nella Storia e nel Territorio
RICERCA per la valorizzazione delle Uve Autoctone
RISPETTO per il Territorio e il Cliente

Contatti

MOSSI Aziende Agricole Vitivinicole Srl

Località Albareto n. 80

Ziano Piacentino (PC)

Tel. 0523 860201

Fax 0523 860158

E-mail: info@mossi1558.com

Web: www.mossi1558.com

Fb: http://www.facebook.com/mossi1558

Torna a Vinitaly