skip to Main Content

La città di Piacenza fu fondata nel 218 a.c e fu la prima colonia romana nell’Italia Settentrionale. Ancora oggi l’influenza romana è visibile in molti edifici e nei resti delle mura romane che sono state conservate e che un tempo delimitavano la città. La città di Piacenza vanta di un centro storico ricco di punti d’interesse da visitare.

Piazza Cavalli

Cenni storici

Piazza Cavalli, prende il suo nome dagli imponenti e meravigliosi monumenti equestri dedicati ai Farnese. Queste bellissime statue in bronzo risalenti al Seicento, furono ideate e scolpite da Francesco Mochi su commissione di Ranuccio I Farnese , signore del ducato di Parma e Piacenza, in omaggio al padre allora defunto Alessandro Farnese. Le statue furono costruite storicamente, per recuperare il favore della popolazione , vista l’impopolarità della famiglia in quel momento storico. Le statue, poggiano su alti basamenti in marmo bianco di Carrara. Nei bassorilievi realizzati in bronzo applicati ai piedistalli troviamo, su quello di Ranuccio,  le allegorie della pace e del Buon Governo e sui bassorilievi di Alessandro Farnese sono rappresentati il Ponte sulla Schelda e l’incontro dello stesso con gli ambasciatori inglesi.  Piazza Cavalli era considerata il punto d’incontro tra cardo e decumano romano, motivo per cui fu scelta da Ranuccio come punto strategico per erigere le statue;  ancora oggi è considerata la piazza centrale della città e il principale punto d’incontro per cittadini e turisti. La Piazza è circondata dai due monumenti equestri, da Palazzo Gotico e dal Palazzo del Governatore.

Visite

Per informazioni per visite guidate Rosso Gotico

Palazzo Gotico

Cenni storici

Palazzo Gotico, detto “Il Gotico” si affaccia su Piazza Cavalli  e i monumenti equestri di Alessandro e Ranuccio Farnese. Il palazzo fu costruito da architetti piacentini e ricorda i tradizionali palazzi comunali. E’ costituito da un basso porticato per le adunanze popolari ( adiacente al porticato è presente Piazzetta Mercanti nella quale storicamente veniva svolto il mercato ) e da grandi finestroni che danno luce al grande ed unico salone posto al primo piano originariamente creato per le assemblee. La sua particolarità e bellezza è data dal contrasto tra la parte inferiore in marmo rosa e a parte superiore in cotto. Oggi l’ampio e splendido  salone posto al primo  piano viene utilizzato per manifestazioni ed eventi.

Visite

Per informazioni per visite guidate Rosso Gotico

Palazzo Farnese

Cenni storici

Palazzo Farnese, sito in Piazza Cittadella, è uno dei più importanti monumenti della città di Piacenza ubicato nella zona nord ad un passo dal fiume Po’ e dalle mura dalla città . Questa collocazione non era casuale e consentiva in caso di necessità di raggiungere velocemente la  Lombardia. La storia di Palazzo Farnese è molto controversa e vede notevoli stravolgimenti rispetto al progetto iniziale. La funzione di questo palazzo  negli anni è mutata passando da cittadella viscontea, fortezza militare a palazzo di rappresentanza; nonostante i notevoli cambiamenti e recuperi subiti è sempre rimasto nel tempo imponente maestoso e ricco di volumetrie ben valorizzate. Oggi Palazzo farnese ospita i Musei Civici articolati in più sezioni tra cui la Pinacoteca che ospita oltre a importanti collezioni il Tondo di Botticelli , Il Museo delle Carrozze tra il più prestigioso d’Italia per la varietà dei pezzi, la sezione Archeologica che ospita il famoso fegato Etrusco e Il Museo del Risorgimento che ospita cimeli e documenti risalenti alla seconda metà dell’800.

Visite

Palazzo Farnese  è sede di molte attività didattiche, attività educative e mostre. Per conoscere tutte le attività in essere e gli orari di apertura consultare il sito internet di Palazzo Farnese o contattare il seguente numero 0523 492628.

Duomo

Cenni storici

La cattedrale di Piacenza, importante esempio di architettura romanica in Italia, è stata costruita nel 1122 ed è  il principale luogo di culto cattolico della città. Il Duomo si trova nella parte Est della città, nella luminosa Piazza Duomo. Caratteristica è la facciata a capanna in marmo rosa veronese ed arenaria suddivisa da due pilastri che poggiano su maestosi leoni che fanno da contrasto con il campanile costruito in cotto e che raggiunge i 67 metri di altezza ed è sormontato da un angelo rotante in rame dorato, uno dei simboli della città chiamato “L’Angil dal Dom”. Sulla facciata spicca anche una gabbia in ferro, risalente al 1400  su ordine di Lodovico il Moro utilizzata come gogna per i malfattori.  La chiesa al suo interno è a croce latina  e presenta testimonianza di arte barocca e di artigiani locali. Attualmente il Duomo ospita il museo “ Kronos “ che espone numerosi codici e paramenti liturgici provenienti dalle numerose chiese della diocesi.

Visite

Per informazioni e visite guidate vi suggeriamo di visitare il sito dello IAT Piacenza

Galleria Ricci Oddi

Cenni storici

La Galleria Ricci Oddi, sita nel centro storico di Piacenza fu fondata da un collezionista piacentino Giuseppe Ricci Oddi che insieme a Oreste Labò, Carlo Pennaroli e Giovanni Torelli iniziarono a collezionare opere d’arte . Inizialmente Giuseppe Ricci Oddi arredò la tenuta di famiglia con oltre 100 opere d’arte e solo nel primi anni del 900 , con l’aiuto del Comune di Piacenza, creò la Galleria che oggi vanta di oltre 400 opere d’arte. Giuseppe Ricci Oddi decise di donare alla città di Piacenza la collezione delle sue opere d’arte. Oggi la Galleria è una pinacoteca che vanta di venticinque sale di esposizione dedicate a dipinti di arte moderna. Durante l’anno la Galleria Ricci Oddi organizza molti appuntamenti, eventi e momenti di incontro per gli appassionati.

Visite

Per informazioni sugli eventi in essere e sugli orari di apertura visitare il sito internet della Galleria Ricci Oddi o contattare il seguente numero di telefono 0523 320742

Basilica di S.Antonino

Cenni storici

La Basilica di S. Antonino ,considerata una basilica minore, è un altro esempio di architettura romanica risalente al 300.  Nel corso degli anni è stata più volte ampliata, trasformata e restaurata fino ad ottenere una planimetria a croce latina rovesciata con un ‘ alta torre ottagonale all’incrocio delle navate. Un bellissimo esempio di stili diversi e di accostamento di volumi che la rendono unica nel suo genere. Sono molte le opere d’arte conservate all’interno della chiesa e sono conservati antifonari miniati della fine XV secolo, antichi manoscritti, argenterie; importante anche l’archivio capitolare con pergamene dal VII al XIV secolo.  La Basilica di S. Antonino si trova nell’omonima piazza nella quale è possibile visitare il Teatro Municipale di Piacenza.

Visite

Per informazioni sugli orari di apertura visitare il sito internet della Basilica di S. Antonino

Per ulteriori informazioni e rimanere sempre ti invitiamo a consultare il sito internet dello IAT  Piacenza

 

piazza Cavalli 10 (angolo via Calzolai)
29121 Piacenza

0523 492 001

iat@comune.piacenza.it