skip to Main Content
Il Vinsanto Di Vigoleno Dell’Azienda Lusignani Premiato Come Uno Dei 5 Migliori Vini D’Italia

Il Vinsanto di Vigoleno dell’Azienda Lusignani premiato come uno dei 5 migliori vini d’Italia

Il vin Santo di Vigoleno è un vino a denominazione di origine controllata. Le operazioni di vinificazione, di invecchiamento obbligatorio, di imbottigliamento e di affinamento in bottiglia devono essere effettuate solamente nell’interno del territorio amministrativo del comune di Vernasca.

Per il vino Colli Piacentini Vin Santo di Vigoleno è vietato l’uso di solfiti e delle filtrazioni durante le varie fasi di vinificazione. Le uve destinate alla produzione devono essere accuratamente scelte e devono essere appassite solo su graticci con controllo fino alla spremitura, che può avvenire solo dopo il 1º dicembre dell’anno di raccolta, in modo da raggiungere un contenuto zuccherino non inferiore al 30% e non superiore a 40%.

La giuria internazionale del best Italian Wine Awards premia il vinsanto di Vigoleno dell’azienda Lusignani come uno dei 5 migliori vini d’Italia su una classifica di 50 etichette.

“… E’ il Vinsanto di Vigoleno 2007 di Lusignani, già da tre anni presente in questa hit parade e collocato quest’anno al tredicesimo posto in assoluto. Tanto per dare un’idea del livello competitivo , basti dire che nei primi cinque posti si sono collocati nell’ordine : una Tenuta Sette Ponti – Oreno 2015 (Toscana) , una Cantina Terlano – Terlaner Rarity 1991 ( Trentino Alto Adige), Ferrari F.lli Lunelli – Giulio Ferrari Riserva del Fondatore Trentodoc 2006 ( Trentino Alto Adige) , un Elvio Cogno – Barolo Ravera 2013 ( Piemonte) e un Casanova di Neri – Brunello di Montalcino Tenuta Nuova 2012 ( Toscana). Il premio nel corso degli anni ha saputo dare grande visibilità a livello internazionale alle eccellenze vinicole del Paese, da città del Messico a Londra, da Hong Kong a Bordeaux. Le 50 etichette italiane inserite in classifica vengono selezionate da un comitato tecnico internazionale composto da giornalisti, critici ed esperti che affiancano Gardini e Grignaffini nei tasting alla cieca di oltre 350 referenze. Il Vinsanto di Vigoleno griffato da Lusignani ha già ricevuto quest’anno riconoscimento anche da Slow Wine ( grande vino) e dalla guida dell’Espresso. Si tratta di una delle nostre eccellenze territoriali assolute. E’ un passito ( dal 1996 è stata riconosciuta da Doc) che viene prodotto seguendo un’antica tradizione ( le tecniche attuali sono quelle settecentesche tramandate oralmente di padre in figlio). A determinare i suoi pregevolissimi caratteri concorrono le caratteristiche particolari del terreno (dai geologi denominato “formazione di Vigoleno”), dell’esposizione, dei vitigni che vengono impiegati e della tecnica di produzione…”

Fonte : Libertà