La Val D’Arda è una delle splendide vallate piacentine che prende il suo nome dal torrente Arda, affluente destro del fiume Po’, e si estende fio al confine con Parma. Questo territorio offre molti punti d’interesse storici ed enogastronomici da visitare durante un week end piacentino o durante una passeggiata lungo i Colli Piacentini.

L’itinerario che vi  proponiamo parte da Castelvetro Piacentino , nel quale nel 1878  è stato ritrovato l’unico reperto originale di epoca romana il boccale d’argento “Gutturnium”  che ha dato il nome alla nostra D.O.C, e arriva verso la provincia di Cremona tra Castelli, Borghi e abbazie. Si parte da Castelvetro Piacentino per arrivare a Fiorenzuola, Alseno e proseguire verso Bacedasco alto, dopo un tratto di piacevole pianura si procede verso le Colline ricche di viti e di aziende vitivinicole a conduzione familiare nelle quali è possibile degustare e visitare l’azienda.

Se vi trovare nelle vicinanze di Alseno vi suggeriamo uno sguardo, all’Abbazia di Chiaravalle della Colomba. Proseguendo da Bacedasco raggiungiamo poi Castell’Arquato, uno splendido ed affascinante borgo medievale nel quale  è possibile ammirare il Torrione Farnesiano, il Palazzo del Duca e la splendida Piazza Monumentale che rappresenta i tre poteri del medioevo: il potere religioso (La Collegiata), il potere militare (la Rocca viscontea ed il potere politico (il palazzo Podestà).

Castell’Arquato è considerato uno dei borghi più belli d’Italia e vi suggeriamo di consultare il sito internet per scoprire tutte le meraviglie e gli eventi di questo  meraviglioso borgo fatto di storia, arte e cultura. Merita una visita il borgo di Vigoleno, dove i piccoli viticoltori della zona amano produrre un Vinsanto invecchiato per 6/7 anni. Dal Borgo di Castell’Arquato , in posizione panoramica, è possibile notare le diverse aziende vitivinicole, tutta la zona è nota soprattutto per il vino DOC Monterosso val D’Arda, per il Gutturnio, la Malvasia e l’Ortrugo. Lasciando Castell’Arquato e proseguendo verso Piacenza è possibile far tappa nello splendido e piccolo Borgo di Vigolo Marchese a soli 6km di distanza, che vanta di una basilica romanica risalente al 1008 e dello splendido castello di Vigolo “la Pusterla” oggi azienda vitivinicola.

Una vallata ricca di storia, cultura , tradizione ed ospitalità caratteristica degli emiliani , aperta sincera e schietta. Ogni produttore è legato alle proprie radici ed alla tradizione mettendo nel proprio lavoro sacrifici, investimenti in cantina con l’unico scopo di offrire al consumatore ogni attenzione  e un prodotto di qualità e di portare avanti la tradizione e una storia di famiglia. Le aziende piacentine sono frutto di storie, di tradizioni familiari che negli anni vengono tenute in vita dagli attuali proprietari che cercano con innovazione di tutelare le loro Doc nel rispetto della tradizione dei processi produttivi.

Questo itinerario i circa 90 chilometri complessivi , si può concludere con una visita al centro storico di Piacenza oppure si può far tappa e soggiornare negli splendidi agriturismi e godere dello splendido panorama delle vallate.