Antipasti

TORTA FRITTA

La torta fritta, chiamata ance chisolino,  è un tipico pane che viene utilizzato in accompagnamento a formaggi e salumi DOP dei colli piacentini quali pancetta, coppa e salame. Ottima come antipasto o come gustosa merenda.

INGREDIENTI

  • farina bianca 500 g
  • strutto 60 g
  • lievito di birra 40 g
  • olio (o strutto) per friggere
  • sale

Preparazione: Versare la farina sulla spianatoia, unire un cucchiaino di sale, lo strutto e il lievito di birra diluito in un quarto di litro di acqua tiepida (oppure con latte), lavorare bene gli ingredienti poi avvolgere la pasta in un tovagliolo e lasciarla lievitare in un luogo tiepido per almeno un’ora. Stenderla poi con il mattarello, facendo una sfoglia avente uno spessore di circa 3 mm. Tagliare la pasta a rombi e friggerli in olio (o strutto) bollente; quando saranno ben dorati scolarli e posarli su una carta di tipo assorbente. Servirli molto caldi in accompagnamento a salumi DOP piacentini.

Vini in abbinamento: Malvasia Secco Frizzante, Ortrugo Frizzante, Monterosso Val d’Arda, Trebbianino Val Trebbia, Valnure.

Antipasti

BATARO’

Il Batarò è un pane battuto tipico della tradizione Piacentina nello specifico della val Tidone. La sua particolarità consiste negli ingredienti poveri e semplici e nella cottura veloce in forno a legna o sulla stufa.  Questo pane di una volta è ottimo in abbinamento ai salumi tipici DOP Piacentini Coppa, Pancetta o Salame o nella versione dolce con miele, zucchero o nutella.

INGREDIENTI

  • 700gr farina 00
  • 100gr farina di granoturco
  • olio
  • sale
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • mezzo litro d’acqua
  • la variante dolce: miele, zucchero o nutella

Preparazione: E’ necessario impastare tutti gli ingredienti insieme , ungere leggermente l’impasto e lasciarlo riposare per circa mezz’ora coperto da un panno. Una volta riposato l’impasto procedere nello staccare piccoli pezzetti di impasto e creare piccole pagnotte dalla forma schiacciata e molto sottile. Spennellare con olio e cuocere in forno a legna, forno elettrico o in alternativa in padella. I Batarò a cottura ultimata si gonfieranno. Procedere farcendo con salumi e formaggi a piacimento.

Vini in abbinamento: Ortrugo, trebbianino o Malvasia Secca.

Primi Piatti

PISAREI E FASO’

Una ricetta della tradizione piacentina, fatta con ingredienti poveri, la ricetta è di origine contadina. Veniva utilizzato infatti il pane raffermo per risparmiare sulla materia prima.

INGREDIENTI

Pasta

  • 500 gr farina
  • 150 gr pane secco grattuggiato
  • acqua

Sugo

  • 400 gr fagioli secchi (in ammollo per 12 ore)
  • cipolla
  • carota
  • sedano
  • salsa di pomodoro
  • salsiccia luganga
  • lardo pestato
  • olio d’oliva
  • formaggio grana

Preparazione: Prendere il pane raffermo e scottarlo con l’acqua tiepida ed amalgamarlo con la farina fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo. Formare delle strisce a forma di serpentello e tagliare degli gnocchetti che devono essere schiacciati e spolverati con la farina.

In un tegame far soffriggere le verdure tritate e la salsiccia con l’olio, versando i fagioli scolati e far cuocere il tutto a fuoco lento almeno per circa un’ora. Aggiungere poi la salsa di pomodoro e continuare la cottura fino ad ottenere un sugo denso.

Far cuocere i pisarei in acqua bollente e quando vengono a galla scolarli e condirli con abbondante sugo.

Vini in abbinamento: Barbera , Bonarda e Gutturnio.

Primi Piatti

TORTELLI CON LA CODA

I tortelli fanno parte della tradizione piacentina e sono un piatto ricco ed elaborato che nella tradizione veniva preparato per festeggiare ricorrenze importanti.

INGREDIENTI

Pasta

  • 400 gr farina 00
  • 2 uova
  • sale

Ripieno

  • 300 gr spinaci
  • 40 gr formaggio grana
  • 200 gr ricotta
  • 1 uovo
  • noce moscata
  • sale

Condimento

  • noce di burro
  • foglie di salvia
  • formaggio grattuggiato

Preparazione: Preparare la pasta utilizzando la farina, le uova il sale e un po’ d’acqua tiepida e impastare il tutto.
Tirare la sfoglia sottile e dividerla in strisce di circa 8 cm e successivamente in tanti quadrati di 4 cm l’uno.

Preparare il ripieno lessando gli spinaci, ben scolati e strizzati e tritati con la mezzaluna. Aggiungere agli spinaci la ricotta , un uovo il formaggio e una grattata di noce moscata.

Prendere la pasta ed adagiare il ripieno di spinaci al centro del quadrato ottenuto.
Chiudere il quadrato di pasta con il ripieno a triangolo e poi girare i due angoli e formare una treccia con code ben sottili arricciandole tra il pollice il medio e l’indice.

Cuocere i tortelli in acqua portata ad ebollizione, scolarli e versare sopra il burro fuso aromatizzato con la salvia.

Vini in abbinamento: Gutturnio vivace e Barbera.

Primi Piatti

ANOLINI IN BRODO

Gli anolini sono un piatto tipico della tradizione piacentina. La tradizione vuole che la Vigilia di Natale la famiglia si riunisca e gusti questo piatto raffinato. E’ un piatto che nella tradizione è legato alle festività importanti essendo ricco ed elaborato sia per i suoi ingredienti che per la preparazione.

INGREDIENTI

Pasta

  • 2 uova
  • 300 gr farina
  • sale

Ripieno

  • 200 gr carne di manzo
  • noce moscata qb
  • 100 gr pane grattuggiato
  • 2 uova
  • 200 gr formaggio grattuggiato
  • aromi di cipolla
  • carota
  • sedano
  • noce moscata
  • sale

Preparazione: Prepariamo lo stracotto di manzo rosolando nel burro la carne ed aggiungendo sedano, carote pepe, sale, aromi e vino rosso. Aggiungere il brodo e portare a cottura per quattro ore a fuoco lento. Terminata la cottura procedere a tritare lo stracotto di manzo aggiungendo un po’ di brodo, il pane grattugiato, il formaggio grana, le uova e la noce moscata. Otterrete un impasto omogeneo e compatto. Lasciare riposare mentre si prepara la sfoglia per il ripieno.

Preparare la sfoglia con uova e farina e tirare finemente.

Adagiare il ripieno sulla sfoglia utilizzando un cucchiaino, piegare a metà la pasta e tagliamo con uno stampino ottenendo gli anolini.

Mettere a cuocere gli anolini nel brodo tradizionale (solitamente di manzo e gallina, oppure condire con burro, noce moscata e formaggio.

Vini in abbinamento: Cabernet sauvignon, gutturnio, Barbera e Bonarda.

Secondi Piatti

COPPA ARROSTO

La coppa arrosto è una pietanza che difficilmente manca. E’ un piatto ricco e tipico della tradizione piacentina, immancabile nei giorni di festa e nelle trattorie locali.

INGREDIENTI

  • coppa fresca di maiale
  • vino bianco secco
  • burro
  • olio
  • cipolla
  • rosmarino
  • sale
  • pepe

Preparazione: Far frollare per qualche giorno la coppa fresca, steccarla con aglio e rosmarino e farla rosolare in un tegame con olio, burro e cipolla tritata.
Quando si sarà rosolata bagnare l’arrosto con mezzo bicchiere di vino e continuare la cottura possibilmente in forno a recipiente coperto, rivoltandolo e bagnandolo più volte col sugo, cercando di mantenere morbido l’arrosto. A ¾ della cottura, togliere il coperchio dal recipiente, affinché si colori bene e si restringa nel sugo. Servire l’arrosto, tagliato a fette, su un piatto caldo, irrorare del suo sugo.

Vini in abbinamento: Gutturnio Classico o Gutturnio Frizzante

Secondi Piatti

AGNELLO ALLA PIACENTINA

L’agnello alla piacentina è una ricetta diffusa su tutto il territorio e tipico della tradizione che veniva preparato in occasione della Pasqua. Oggi questa ricetta viene preparata anche sostituendo il capretto all’agnello.

INGREDIENTI

  • 1 kg polpa di agnello
  • 1 grossa cipolla fresca
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva
  • 1 noce di burro
  • 50 gr di lardo
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco D.O.C. Colli Piacentini
  • 2/3 pomodori maturi da sugo
  • sale e pepe secondo i gusti
  • un po’ di brodo

Preparazione: Dopo aver tagliato la polpa d’agnello in pezzi delle stesse dimensioni e aver tolto il grasso in eccesso, fate rosolare la carne per qualche minuto con l’olio, il burro e la cipolla tritata finemente. Nel frattempo, preparate il “pistà ad gràss”, un trito che renderà il vostro piatto davvero appetitoso, composto da aglio, lardo e prezzemolo. Quando la carne ha preso colore su tutti i lati, versate il trito nella pentola e mescolate con delicatezza.Dopo un paio di minuti, versate il mezzo bicchiere di vino bianco secco D.O.C. Colli Piacentini (ad esempio un Pinot Grigio o uno Chardonnay) e lasciatelo evaporare.
Quando il vino è evaporato, aggiungete il pomodoro tagliato a pezzettini e privato dei semi. Quindi salate e pepate a seconda dei gusti. Cuocete il tutto a fuoco lento e con il coperchio. Ogni tanto mescolate la carne e controllate il grado di cottura. Se necessario, aggiungete qualche cucchiaio di brodo per evitare che si asciughi troppo.Quando la carne è pronta, spegnete il fuoco e lasciate stufare. Ma attenzione che non si sfreddi! L’agnello va mangiato ben caldo!

Vini in abbinamento: Barbera Frizzante o Gutturnio Frizzante.

Dolci

BUSLANEIN

Buslanein, sono tipici biscotti piacentini dalla caratteristica forma a ciambella che vengono mangiati a fine pasto con vin santo o passito di Malvasia.

INGREDIENTI

  • 500gr di farina
  • 100gr zucchero
  • 80gr di burro
  • 120ml di latte o vino bianco
  • un pizzico di sale
  • una buccia di limone grattugiata

Preparazione: Preparare l’impasto con farina, zucchero, sale burro fuso e latte. Ottenuto l’impasto lasciarlo riposare coperto da pellicola per circa 30 minuti. Preparare dei filoncini di 15 cm circa e del diametro di circa 2 cm e formare delle ciambelline. Immergere le ciambelline nel latte (precedentemente intiepidito) scolarle e lasciarle riposare su un asciughino per un paio di ore. Il passaggio successivo consiste nella cottura a 180° per circa 15 minuti a forno caldo, procedere abbassando il forno a 160° per altri 15 minuti. Far raffreddare e ripetere la cottura a 160° per altri 15 minuti.

Vini in abbinamento: Malvasia dolce e Bonarda dolce.